Corea del Nord - Stati Uniti, le provocazioni continuano

Nord Corea Consiglio Sicurezza nuove sanzioni dopo test missili

La Corea minaccia gli Usa: "Per le sanzioni vendetta mille volte più grande"

I due hanno discusso "l'attuale situazione della sicurezza nella Penisola coreana causata dalle provocazioni nordcoreane e delle accresciute tensioni e le maniere per affrontare queste minacce", ha spiegato il portavoce dell'ufficio presidenziale, Park Soo-hyun in una conferenza stampa. È una corsa contro il tempo. "Era ora che qualcuno lottasse per il popolo di questo paese", ha aggiunto il presidente americano, sottolineando come le sue parole siano condivise dai militari "al 100%". "Il comportamento isterico e imprudente di Trump potrebbe ridurre gli U.S. in cenere ogni momento". Del resto l'intervento a gamba tesa di Trump che ha fatto infuriare Pyongyang avrebbe colto totalmente di sorpresa sia i suoi più stretti collaboratori alla Casa Bianca sia i funzionari dell'amministrazione del tycoon, in base alla ricostruzione del New York Times fatta su fonti ben informate. Sulla minaccia di attacco prevista per metà agosto, inutili gli appelli alla moderazione della Cina. "La Corea del Nord deve stare attenta, o sarà nei guai come pochi paesi sono mai stati prima".

"E ho notato che molti senatori ed altri si sono espressi oggi in favore di quello che ho detto".

Ma l'escalation di tensione preoccupa la Russian Federation, che ha deciso di rafforzare i sistemi anti-aerei a Est. Appello alla calma anche dalla cancelliera tedesca Angela Merkel che ha affermato di non contemplare personalmente una soluzione militare al conflitto.

Gary Neville insists Arsenal won't win the Premier League this season
Wenger: I'm relieved that Giroud stayed